Dantedì – Il canto di Ulisse (Inf. XXVI). Condanna divina e giudizio umano

Per inaugurare una serie di brevi interventi su Dante, nel quadro delle iniziative che culmineranno nel 2021, settimo centenario della morte del poeta, pare interessante cominciare con un canto che più di altri pone un problema che è cruciale per una corretta comprensione della “Commedia”: quello del rapporto tra il peccato che determina il giudizio…

25 marzo: Dantedì

In adesione all’ istituzione ministeriale di “Dantedì”, giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri, e di fatto il primo degli eventi che si susseguiranno in Italia per tutto il 2021, anche il Cerm ha pensato di proporre periodicamente, da oggi, 25 marzo 2020, dei contenuti sull’opera del “sommo poeta, simbolo della cultura e della lingua italiana”,…

Annate da ricordare

Il 25 gennaio del 1348 il vasto territorio del nord est dell’Italia e della Carinzia fu colpito da un forte e grave terremoto le cui ripetute scosse furono avvertite, ricorda Giovanni Villani (Chronica), per quaranta giorni.Molti centri dell’alto Friuli furono distrutti; i castelli di San Daniele, di Ragogna, la chiesa di Gemona e quella di…

Terremoti ed epidemie

Il 25 gennaio del 1348 una parte importante del territorio del Patriarcato di Aquileia, del Ducato di Carinzia, quello della Carniola e Venezia furono colpiti da un forte e grave terremoto le cui ripetute scosse furono avvertite, ricorda Matteo Villani (Chronica con le continuazioni di Matteo e Filippo, a cura di Giovanni Acquilecchia, Torino 1979),…

Altri tempi

Il 10 ottobre del 1398, Pantaleone, un “raffinatore di metalli” residente nella parrocchia di Santa Fosca di Venezia, pensò fosse venuto il momento di redigere il proprio testamento con l’aiuto del notaio Bernardo de Rodulfis. Era un uomo molto ricco; l’ammontare delle sue proprietà superavano, secondo quanto venne redatto nel testamento, i 6.000 ducati, dei…